copertina

Ginevra Avalle

L'archivio di Flaminio Pellegrini (1868-1928)Introduzione - Inventario


€ 40


Il volume contiene l'Inventario del fondo archivistico del filologo Flaminio Pellegrini (1868-1928) conservato tra i fondi aggregati dell'Archivio dell'Accademia della Crusca. I materiali catalogati forniscono utile documentazione sia su una fase importante della storia dell'Accademia sia, più in generale, sulla storia degli studi letterari e filologici. L'archivio privato dello studioso contiene infatti numerose carte relative all'attività di Pellegrini come accademico compilatore del Vocabolario (1915-1923) e come studioso in particolare di Dante e Guittone d'Arezzo. Pellegrini fu tra l'altro editore, insieme a Ernesto Giacomo Parodi, del Convivio nell'edizione del Centenario curata da Michele Barbi (1921). Un'articolata Introduzione storica da un lato ripercorre la vita dello studioso, soffermandosi sul suo contributo nella cultura italiana del primo Novecento e sulla sua rete di rapporti, da Carducci a Barbi e Parodi appunto, dall'altro ricostruisce attraverso documenti originali la storia dell'archivio, nelle sue finora non ben note vicende. Nella Biblioteca della Crusca è collocato peraltro un lascito di Pellegrini (segnalato sui volumi dal timbro «Ente Vocabolario Crusca. Dono Flam. Pellegrini») finora non adeguatamente censito. Il volume si completa con la descrizione analitica del fondo, accompagnata dalle relative Note metodologiche, dall'Indice dei manoscritti e da una aggiornata Bibliografia.

  • Pagine: 179
  • Editore: Accademia della Crusca - Istituto Storico Lucchese
  • Anno di edizione: 2014
  • ISBN: 9788865250631
  • Disponibile:
  • Collana: Collaborazioni editoriali


Libri correlati

nella stessa collana

Myricae

Myricae

Nell'edizione critica curata da Giuseppe Nava è ricostruito con rigore filologico il lungo itinerari...

La Crusca risponde 1995

La Crusca risponde 1995

Questo nuovo "dialogo" proposto dalla collana «Contrappunto» si svolge tra la depositaria dei valori...